Close

Settembre

L’annata 2019 in Austria. Tra Riesling e Gruner Veltliner è il trionfo della qualità.

    L’annata 2019, nel territorio austriaco, è stata caratterizzata da un inverno mite, da un inizio primavera abbastanza caldo – aprile ha fatto registrare temperature molto al di sopra delle medie stagionali – e da un mese di maggio particolarmente piovoso; uno dei mesi più piovosi degli ultimi trent’anni ma che è stato utile per garantire ai terreni vitati la riserva idrica necessaria a soddisfare alla perfezione il fabbisogno di umidità delle viti Gruner Veltliner.
    Questo vitigno ha quindi potuto svilupparsi al meglio durante i caldi mesi estivi; poi un autunno mite e con tempo stabile, con buona escursione termica tra giornate calde e notti fresche, ha quindi aiutato le viti ad accompagnare le uve ad una maturazione quasi perfetta con una acidità molto piena e decisa e una equilibrata armonia di frutti maturi. E così anche il 2019, come tutte le annate più grandi: 1979, 1989, 1999 e 2009 – tutte quelle con uno o più 9 si rivelano straordinarie e quasi magiche per il Gruner Veltliner – sarà decisamente da ricordare.
    Per quanto riguarda il Riesling, l’annata 2019 lo colloca leggermente all’ombra di molti grandi Gruner Veltliner cui sono stati assegnati i punteggi più alti prima ancora che iniziassero ad essere commercializzati.
    Ma molti Riesling, soprattutto quelli impiantati sui terreni più alti, molto aridi e rocciosi, dove il Riesling si sente a proprio agio, sono stati favoriti dalle caratteristiche di questa annata. Così ad esempio i Riesling di Rudi Pichler dei vigneti Achleiten fanno registrare per il 2019 una qualità mai raggiunta prima. 
    Volendo tentare una sintesi possiamo dire che questa annata 2019 ci farà divertire ed appassionare. I Gruner Veltliner che già cominciano ad arrivare sul mercato rivelano una profonda qualità – diversa naturalmente da produttore a produttore – ed una capacità di prolungarla nel tempo che consentirà agli amanti e agli appassionati del vino di potersi confrontare e discuterne a lungo.  Ma anche i Riesling, soprattutto quelli coltivati nelle regioni migliori e prodotti dai vignaioli più esperti, rivelano già una eccellente personalità, ben maturi ed aperti, con persistenti sentori di frutti gialli esotici e con una acidità che ben si accompagna ad una vivace mineralità. 

    Ma vediamo di seguito come è andata l’annata 2019 per i produttori della Pretzhof Selection. 
    Il nostro viaggio è cominciato dalla regione della Wachau e dalla famiglia Piewald che ha i propri vigneti nel territorio dello Spitzer Graben, più fresco e ventoso che nel resto della regione. Helmut Piewald ci ha accolto con un sorriso di piena soddisfazione. Il 2019 è stata la sua annata più emozionante e sicuramente la migliore fino ad oggi tale da consentirgli di avere in cantina vini di assoluta qualità. Ci ha particolarmente colpiti il Gruner Veltliner Terrassen Federspield imbattibile nel suo rapporto qualità/prezzo.

    A Spitz an der Donau, la famiglia Hirtzberger è riuscita anche quest’anno a produrre vini di forte carattere e in linea con la qualità della produzione degli ultimi anni. Il Gruner Veltliner in particolare è più corposo e minerale mentre i Riesling mantengono le fragranze aromatiche che ci restituiscono gli stimoli sensoriali cui ci hanno abituato. Ancora una volta Franz Hirtzberger rivela tutte le sue qualità di produttore restituendoci vini di pregio assoluto.

    Hirtzberger.jpgFranzi Hirtzberger durante la degustazione

    Presso la cantina Prager – Bodenstein abbiamo potuto salutare tutta la famiglia e degustare l’annata 2019 con Toni Bodenstein che ha reso l’occasione come sempre indimenticabile. Tutti i Gruner Veltliner sono unici, commoventi ed eccezionali sia quelli Federspiel, sia i verdi smeraldo dello Zwerithalter Kammergut. E tutti rivelano l’impronta che Toni Bodenstein ha dato al lavoro in cantina tutto incentrato alla cura e allo sviluppo del Gruner Veltliner. Non a caso Falstaff, la più antica rivista enologica austriaca, ha classificato il Veltliner del Kammergut riconoscendogli 100 e cioè il massimo del punteggio. Ma anche i Riesling di Prager si giovano di questa annata eccezionale; soprattutto quelli – come il Klaus – coltivati sui terreni più freschi, dove sono impiantate le vigne più antiche e che colpiscono sia per la freschezza, sia per un carattere già deciso, quasi ricco di spezie.

    Presso la cantina di Rudi Pichler, l’altro nostro produttore nel comune di Weissenkirchen, con i vigneti migliori impiantati nella frazione di Wösendorf e nell’Achleithen, siamo stati ricevuti da Theresa Pichler, accompagnata dal padre Rudi. Come ogni anno tutti i vini di questa cantina sono estremamente secchi, con una decisa personalità che sfidano l’appassionato di vini, conquistandone il palato. Presso Rudi Pichler sia i Gruner Veltliner, sia i Riesling sono i migliori di questa annata. Il Veltliner che nella regione dell’Hochrain e in quella di Kollmutz tende ad essere leggermente pastoso negli anni più caldi è invece in questo 2019 più deciso, profondo e persistente. E il Riesling, soprattutto quello del rilievo più alto dell’Achleithen, è già limpido e accattivante, con un meraviglioso equilibrio tra frutti freschi e mineralità che lo rendono difficilmente paragonabile ad altri vini. Davvero una grande e mirabile annata.

    RudiPichler.jpgRudi & Theresa Pichler in azione

    Presso il “vecchio maestro” Emmerich Knoll da oltre trent’anni abbiamo il piacere di apprezzare i suoi vini - abbiamo avuto conferma che, anno dopo anno, la qualità dei vini prodotti continua a migliorare anche perché la vinificazione in cantina avviene con tempi più lunghi di quelli adottati dalla maggior parte dei produttori della regione della Wachau. Il Gruner Veltliner 2019 è semplicemente meraviglioso grazie anche al fatto che a Loibenberg, le uve migliori sono state portate in cantina dopo una selezione in vendemmi più che accurata. Anche il Riesling del Kellerberg è di un’altra categoria con una classe a sé stante. Davvero un vino per i prossimi decenni. I Veltliner Federspiel, coltivati intorno a Loiben e degustati spillati direttamente dalla botte si sono rivelati già pienamente affascinanti ed assolutamente armoniosi e precisi prima ancora di essere imbottigliati. Davvero non vediamo l’ora di poter presentare ed offrire questa annata molto speciale ai nostri clienti, nei prossimi mesi.

    Le nostre visite sono proseguite presso la cantina Schloss Gobelsburg dove l’enologo Michael Moosbrugger, anno dopo anno, coltiva perfezionandola la passione per gli spumanti. Dieci anni fa, quando è iniziata la produzione, si trattava davvero di una piccolissima nicchia ma col tempo è diventato un segmento di alta qualità e il loro Blanc de Blancs, ottenuto da uve Gruner Veltliner, Welschriesling e Chardonnay, se degustato alla cieca, si farebbe fatica a definirlo un vino austriaco. Per quanto riguarda i vini fermi il Gruner Veltliner occupa la maggior parte della vendemmi 2019 che, anche nel territorio della Kamptal, ha beneficiato del clima particolarmente favorevole dell’annata.In questa regione, dove c’è meno ventilazione e il clima è più caldo, i Riesling hanno sofferto un po’ le temperature ma hanno mantenuto una lieve acidità e sentori di frutti gialli esotici che li rendono molto piacevoli e già pronti per essere bevuti.

    GobeslburgKeller.jpgLe annate storiche di Schloss Gobelsburg

    Abbiamo riservato l’ultima tappa del nostro viaggio in Austria alla regione del Wagram e alla cantina di Bernhard Ott, enologo ossessionato dalla ricerca della qualità, capace di inventarsi ogni anno nuove sorprese. Da tempo il nostro amico aveva in mente di vinificare in cantina solo in botti di legno e questo passaggio complesso è stato affrontato proprio a partire dall’annata 2019, scegliendo le botti del nostro amico, il bottaio Franz Stockinger perché solo chi desidera trovare una qualità senza compromessi, può scegliere di utilizzare queste botti. La produzione della cantina Ott è dominata dal Gruner Veltliner e quindi l’annata 2019 rappresenta l’apoteosi del lavoro di Bernhard. Tutti i vini si presentano leggeri e con decisa volatilità che però rivelano una spina dorsale ed identità precisa che regalano esperienze uniche al palato. Una ferma acidità perfettamente maturata aiuta i vini a conquistare una eccitante vitalità. La sorpresa è venuta dal Gruner Veltliner “Mille Rose,” una botte ancora della vendemmia 2018 che si è fermata a 6 grammi di residuo zuccherino. Bene, dopo diciotto mesi sui lieviti fini, il vino risulta molto complesso, quasi nobile e il nome mille rose risulta assolutamente appropriato. Al palato la fragranza ricorda proprio i petali di rosa e la lunga conservazione sui lieviti fini dona a questo vero e proprio elisir una cremosità succosa che tende a non disperdersi mai.

    OttBiodynamie.jpgBernhard Ott ci spiega il lavoro biodinamico

    Le restrizioni in atto durante il lockdown ci hanno purtroppo impedito di andare nel Burgenland per degustare i vini del nostro amico Feiler-Artinger ma sappiamo che anche i vini di questa regione hanno beneficiato dell’ottimo clima dell’annata 2019 e di una vendemmi anche in questo caso entusiasmante e non vediamo l’ora di poter presentare i vini della famiglia Feiler nei prossimi mesi. Come sempre da questa zona arriveranno meravigliosi vini dolci fruttati ma anche vini bianchi di più facile bevibilità. Kurt Feiler investe molte energie nel lavoro in vigna e sorveglia con attenzione la vinificazione in cantina. Anche in questo caso la qualità non si improvvisa e non è mai il risultato del caso.


    blog stories



    Richiesta informazioni


    Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

    Il titolare del trattamento dati è Pretzhof Selection S.r.l. e dichiara che i dati acquisiti tramite il presente form verrà trattato nel seguente modo:

    • è utilizzato per l’evasione dell’attuale richiesta di informazioni/acquisto/iscrizione fino al suo espletamento e per nessuna ulteriore attività.
    • è conservato presso gli archivi aziendali senza data limite, fino a cancellazione autonomamente da parte dell’utente, volontaria da parte del Titolare o su esplicita richiesta di cancellazione da parte dell’utente.
    • è conservato per conto del Titolare da KUMBE, mantainer del Titolare per i servizi digitali, negli archivi cloud e relativi backup a loro volta gestiti in ottemperanza al GPDR per tutta la durata contrattuale con il Titolare -che ne può disporre in ogni momento- e fino a successiva cancellazione.
    • non verrà ceduto ad altri terzi, non verrà utilizzato per campagne di marketing salvo non sia contestualmente autorizzata tale opportunità.
    • verrai profilato in base alle informazioni contenute e il dato potrà essere utilizzato per elaborazione statistica.

    Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

    In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

    la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
    l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
    l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.



    Pretzhof Selection Srl
    Tulve 259 · 39049 Val di Vizze
    Alto Adige / Italia
    informazioni e consulenza: +39 377 1940295
    amministrazione e logistica: +39 338 2367808
    markus@pretzhof.com
    Pretzhof

    Scopri tutto il mondo di Pretzhof

    Il lavoro che si svolge al maso, da quello agricolo a quello nel macello, fino all’attività del ristorante e della bottega, viene svolto nel pieno rispetto di questa Terra che ci accoglie, e delle sue creature.

    Visita Pretzhof

    Grazie

    Ti abbiamo inviato una email. Per attivare la newsletter clicca sul link che troverai nel messaggio, grazie!

    Iscriviti alla nostra newsletter


    Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

    In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

    la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
    l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
    l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.

    Annulla

    Oppure Accedi


    chiudi mappa